Formazione Finanziata

#

Grazie all’esperienza maturata negli anni, Centro Minerva è in grado di guidare e supportare l’impresa nel difficile processo di aggiornamento, crescita e sviluppo delle risorse umane, grazie ad un’attenta analisi e studio del contesto aziendale.

Centro Minerva è in grado di individuare le eventuali problematiche e criticità e progettare quindi un percorso di miglioramento attraverso la formazione finanziata da fondi interprofessionali.

Avvalendosi di un team di professionisti e docenti qualificati Centro Minerva predispone programmi formativi finanziati per tutti i settori, le aree e le funzioni aziendali.

Per realizzare tutto ciò Centro Minerva si avvale dell’utilizzo dei Fondi Paritetici Interprofessionali e procede allo sviluppo di quanto sopra secondo il seguente iter:

  • consulenza iniziale sulla scelta del finanziamento e del fondo
  • analisi dei fabbisogni e bilancio delle competenze
  • stesura piano formativo
  • presentazione del piano formativo o voucher al Fondo di adesione con conseguente gestione delle pratiche
  • sviluppo e attuazione di interventi formativi personalizzati presso il Centro formativo o presso l’azienda cliente
  • costante monitoraggio sull’andamento del corso
  • rendicontazione e revisione delle spese sostenute
  • certificazione e attestazione delle competenze

Cosa sono quindi i fondi interprofessionali?

I Fondi Paritetici Interprofessionali sono degli organismi associativi istituiti da organizzazioni sindacali per la promozione della formazione, i quali finanziano progetti formativi attraverso la redistribuzione dei contributi a loro versati.Creati dalla legge 388/2000, i Fondi Paritetici Interprofessionali finanziano la formazione professionale continua dei dipendenti delle aziende aderenti.

Chi può aderire?

Tutte le aziende che sono tenute a versare all’INPS la quota dello 0,30% per i propri dipendenti (contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria) possono aderire ai fondi interprofessionali.

Come aderire?

L’adesione ai fondi interprofessionali è libera e non comporta alcun costo né per l’azienda né per i lavoratori.

Aderire è semplice, basta che il consulente del lavoro o di chi redige le buste paga, indichi nella denuncia UNIEMENS (ex DM/10) il codice di adesione ed il numero dei dipendenti (quadri, impiegati e operai) interessati dall’obbligo contributivo.

Per le Aziende provenienti da altri Fondi è necessario indicare prima il codice di revoca “REVO” e poi il codice di adesione.

I datori di lavoro possono chiedere all’INPS il trasferimento diretto di tale quota indicando sul modello UNIEMENS il fondo prescelto, SENZA NESSUN COSTO AGGIUNTIVO RISPETTO AI CONTRIBUTI CHE GIÁ VERSANO. Chi non aderisce ad un Fondo è comunque tenuto a versare all’INPS l’intero ammontare del contributo.

Quando aderire?

L’adesione può essere effettuata in qualsiasi mese dell’anno ed è valida sino a revoca.